Recensioni * Eccezionale Molto buono

  • star
  • star
  • star
  • star
  • star
blurred cannabis background
Cover skewed lines

La Cannabis può causare reazioni allergiche?

Proprio come il polline degli alberi, dell’erba o delle altre piante, il polline della marijuana potrebbe causare reazioni allergiche ad una minoranza della popolazione. Questo argomento ancora non viene studiato in profondità, ma già esistono alcuni studi scentifici che indicano reazioni allergiche causate dalla cannabis.

Se scegli un prodotto certificato GMP, puoi minimizzare il rischio di contaminazioni con gli allergeni. Endoca offre la più alta qualità di estratto di cannabis sul mercato, e questo in quanto certificato GMP. Ciò significa che i nostri prodotti non contengono sostanze chimiche, pericolosa causa di allergie.

Perché la cannabis può causare reazioni allergiche?

La cannabis contiene oltre 400 diverse molecole: Fitocannabinoidi, terpeni, clorofilla, alcani, composti azotati, aminoacidi, zuccheri, aldeidi, alcoli, chetoni, flavonoidi, glicosidi, vitamine, pigmenti e acqua.

In rari casi, l’individuo potrebbe essere allergico ad uno di questi componenti naturali. Ad esempio, i terpeni sono molecole contenute in molti cibi e cosmetici, e causano reazioni allergiche in una piccolissima percentuale della popolazione. Tuttavia, se soffri di questa rara forma di allergia, molto probabilmente ne sarai già al corrente.

Ci sono molte persone allergiche alla cannabis?

Dalle conoscenze a disposizione possiamo concludere che i sintomi allergici sono stati solo occasionalmente riportati come uno degli effetti collaterali dell’uso della cannabis. Sono stati richiesti studi più approfonditi per determinare i meccanismi che si nascondono dietro queste rare forme di reazioni avverse.

Cosa indicano gli studi scientifici?

Ci sono studi che investigano in maniera specifica l’esposizione al polline, all’estratto di cannabis e all’atto di fumare cannabis, che indicano che possano esserci reazioni collaterali. D’altra parte, però, ci sono studi che indicano che la cannabis può essere utilizzata per combattere le allergie. Come è evidente, i fatti sono contraddittori, ma almeno in un certo senso conclusivi: le allergie alla marjuana non collegate alle allergie ai pollini ad ampio spretto sono estremamente rare.

Perché la marijuana combatte le allergie e allo stesso tempo può provocarle?

Quando si fuma cannabis, il processo di riscaldamento e bruciatura delle erbe causa dei cambiamenti alle molecole in essa contenute. Queste molecole non sono normalmente presenti nella pianta, e nel loro stato alterato possono causare reazioni allergiche.

Inoltre, le condizioni di crescita indoor e l’uso di pesticidi, o la raccolta e la cura incorretta delle piante di cannabis, possono portare alla creazione di muffe, con tossine create dai funghi, causa di reazioni collaterali. L’irrorazione delle piante con prodotti chimici, inclusi cannabinoidi artificiali o prodotti utilizzati per aumentare la massa della pianta, possono portare a spiacevoli reazioni allergiche o tossiche. (Read our div: ‘What’s in your oil?’)

I prodotti Endoca sono sicuri?

Qui ad Endoca prendiamo i test molto seriamente, e per questo spendiamo una gran parte delle nostre risorse nei controlli qualità. Teniamo i nostri prodotti sicuri e liberi da tossine controllando i nostri processi produttivi e seguendo le linee e le regolamentazioni del Good Manufacturing Process (GMP). Come risultato, siamo in grado di garantire che i nostri prodotti siano liberi da contaminazioni. I nostri prodotti sono stati utilizzati da oltre 10,000 persone con enorme soddisfazione.

I prodotti certificati sono l’unico modo per minimizzare i rischi?

Le Good Manufacturing Practices (GMP) includono tutte le pratiche richieste per confermare le linee guida raccomandate dalle agenzie che controllano le autorizzazioni e le licenze per la produzione e la vendità di prodotti alimentari, prodotti farmaceutici e prodotti farmaceutici attivi. Queste linee guida forniscono i requisiti minimi che un produttore di prodotti farmaceutici o alimentari deve soddisfare per assicurare che i prodotti siano di alta qualità, e che non comportino alcun rischio per il consumatore o per il pubblico.

Qual è la soluzione?

Prima di tutto, utilizza solo prodotti certificati GMP. In secondo luogo, se soffri ad esempio di MCS (Multiple Chemical Sensitivity – Sensibilità Chimica Multipla), o se in generale hai la tendenza a sviluppare reazioni allergiche, dovresti esercitare una certa cautela.

L’alta titolazione è una soluzione ampliamente praticabile. Inizia con una bassa dose ed aumenta lentamente il dosaggio, monitorando eventuali indicazioni di reazioni avverse.  https://www.endoca.com/Product_Description

Un’altra soluzione è quella di usare il nostro CBD 98%, che contiene unicamente cannabinoide CBD ed un livello bassissimo di terpeni. Se continui ad avere problemi, contatta il nostro team, e potremo inviarti alcuni prodotti completamente terpene-free.

Link:

Characterization of Cannabis sativa allergens: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/divs/PMC3726218/

Cannabis Allergy: What do We Know Anno 2015: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26178655

Sensitization and allergy to Cannabis sativa leaves in a population of tomato (Lycopersicon esculentum)-sensitized patients: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18268387

Selected oxidized fragrance terpenes are common contact allergens: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15932583

Cannabis sativa: the unconventional “weed” allergen:http://www.annallergy.org/div/S1081-1206%2815%2900035-6/fulltext

Anti-inflammatory activity of topical THC in DNFB-mediated mouse allergic contact dermatitis independent of CB1 and CB2 receptors:http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23889474

Cannabinoids as novel anti-inflammatory drugs: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/divs/PMC2828614/