blurred cannabis background
Cover skewed lines

FAQ

Generale

  • Perché la cannabis/canapa è così popolare?

    • È facile da coltivare in maniera biologica senza uso di sostanze chimiche e pesticidi.
    • È a basso rischio in quanto di facile coltivazione.
    • Fornisce grande profitto per ettaro ai coltivatori perché possono sfruttare l’intera pianta e i semi.
    • Può sostituire l’olio di pesce in quanto la pianta è ricca di Omega 3 e contiene un rapporto ottimale 1:3 tra Omega 3 e 6.
    • C’è un’ampia fetta di popolazione che crede che possa avere un effetto rilassante, ed è quindi popolare per il suo uso ricreativo.
    • Molte persone sostengono che la pianta aiuti ad allievare diversi sintomi.

Prodotti e definizioni

  • Che cos'è l'olio di canapa?

    L’olio di canapa è semplicemente un’altra parola usata per l’olio di CBD, in quanto entrambi sono termini utilizzati per indicare gli estratti di cannabis. Sappi però che c’è ancora un enorme equivoco sulla differenza tra olio di semi di canapa e olio di canapa, e molte persone credono che si tratti della stessa cosa. L’olio di semi di canapa deriva esclusivamente dai semi di canapa, e viene usato nella preparazione degli alimenti, ma non contiene né CBD né altri cannabinoidi.

  • Cos'è la cannabis terapeutica/marijuana terapeutica?

    I termini cannabis terapeutica o marijuana terapeutica possono riferirsi all’uso della cannabis per trattare una malattia o migliorarne i sintomi; tuttavia, non esiste un’unica definizione concordata. Per lo più questo termine è usato per definire piante che contengono elevate quantità di THC, ma recentemente, a causa del fatto che troviamo molte piante di cannabis con diverse altre molecole, sta diventando sempre più complicato definire cosa sia.

    La cannabis terapeutica è un termine usato molto frequentemente nelle migliaia di negozi di marijuana terapeutica degli Stati Uniti, dove vendono legalmente piante di cannabis in base alla legge dello stato. La maggior parte della cannabis/marijuana terapeutica è venduta per scopi ricreativi. Una piccola quantità di prodotti di cannabis presenti sul mercato sono stati sottoposti a studi clinici, e purtroppo questi studi hanno avuto esiti irrilevanti a fini scientifici.

  • La cannabis/canapa ha altri nomi?

    Si, ha moltissimi nomi in gergo e in slang, come Marijuana, Erba, Ganja, Skunk e tanti altri.

  • Che cos'è una sintasi?

    Una sintasi è un enzima che catalizza il collegamento di due molecole.

  • Cos'è il sistema endocannabinoide?

    Il sistema endocannabinoide è un regolatore omeostatico dell’attività neuronale e di quasi ogni altro sistema psicologico del corpo. Svolge un’azione regolatrice sul dolore, sulle infiammazioni, sulla memoria, sulle emozioni, sul sonno e sulle funzioni metaboliche.

    Comprende una vasta rete di recettori nel cervello, sistema nervoso centrale e periferico e componenti simili alla cannabis chiamati endocannabinoidi.

    È stato paragonato ad un interruttore, perennemente a lavoro per portare equilibrio quando c’è troppa o troppo poca attività nel corpo.

    Le piante cannabinoidi come CBD e THC interagiscono con il sistema endocannabinoide, e i ricercatori credono che questo possa spiegare alcuni degli effetti psicologici riportati dopo l’uso della pianta di cannabis.

    Gli scienziati credono anche che, quando questo sistema non funziona correttamente, possa verificarsi uno stato di malattia. Questa è nota come Sindrome da carenza clinica di endocannabinoidi, e potrebbe essere all’origine di molti disturbi quali emicranie, fibromalgia, IBS e sclerosi multipla.

    Recenti studi hanno dimostrato che i componenti attivi di altre piante come carote (Daucus carota), kava kava (Piper methyscum), New Zealand liverwort (Radula marginata), zenzero (Zingiber officinale) e pepe nero (Piper nigrum), contengono composti che interagiscono con il sistema endocannabinoide.

  • Che cos'è l'Acido Cannabidiolico (CBDa)?

    Il CBDa  è l’acido precursore del CBD. Ciò significa che se prendi delle piante di canapa appena raccolte, queste conterranno principalmente CBDa, e solo una piccola quantità di CBD. Attraverso il processo di essicazione e riscaldamento, il CBDa si trasforma in CBD (Cannabidiolo).

  • Che cos'è l'Acido Tetraidrocannabinolo (THCa)?

    Il THCa è l’acido precursore del THC. Ciò significa che se prendi delle piante di cannabis appena raccolte, queste conterranno principalmente  THCa, e solo una piccola parte di THC. Attraverso il processo di essicazione e riscaldamento, il THCa si trasforma in THC (Tetraidrocannabinolo).

  • Che cos'è il tetraidrocannabinolo (THC)?

    Il Tetraidrocannabinolo (THC) è il cannabinoide che si trova in abbondanza nella pianta di cannabis. Ha un effetto psicoattivo, e perciò le varietà di piante utilizzate a scopo ricreativo sono particolarmente ricche di THC. Questo non significa che il THC non abbia alcun utilizzo terapeutico. È stato scoperto infatti che è particolarmente efficace per ridurre i sintomi di nausea e vomito nei pazienti in cura chemioterapica, può rallentare la progressività del glaucoma e può aiutare a ridurre i dolori nervosi.

  • Cosa contiene l'olio di CBD/Olio di canapa?

    CBD,clorofilla, alcani, composti azotati, amminoacidi, zuccheri, aldeidi, alcoli, chetoni, flavonoidi, glicosidi, vitamine e pigmenti.

    Abbiamo scoperto che la cannabis/canapa contiene più di 400 molecole, e in recenti ricerche si è scoperto che ci sono gruppi di molecole prodotti dalla cannabis chiamati cannabinoidi, che sono i principali responsabili dei suoi effetti. Ci sono più di 120 cannabinoidi, inclusi CBD, THC, CBG, CBC e CBN.

    Uno dei più famosi cannabinoidi è il THC, che è psicoattivo e responsabile dell’effetto psicotropo. Tuttavia, ad Endoca produciamo prodotti con un’alta concentrazione di cannabinoide CBD che non dà l’effetto di “sballo”.

  • L'Olio di Semi di Canapa Endoca contiene CBD (Cannabidiolo)?

    Sì, contiene 300mg di CBD Cannabidiolo.

  • L'Olio CBD/Olio di Canapa Endoca contiene THC?

    Abbiamo fatto del nostro meglio per trovare piante di cannabis/canapa contenenti alte concentrazioni di CBD, altri cannabinoidi e quantità non rintracciabili di THC.

Confronti

  • Qual è la differenza tra cannabis, marijuana e canapa?

    In realtà sono tutte piante di cannabis, tuttavia la canapa o la canapa industriale è un termine comunemente usato per i ceppi di cannabis che contengono livelli molto bassi di THC, per essere precisi al di sotto dello 0,2% di THC. Marijuana, in generale, è una parola usata per le piante che contengono elevate quantità di THC.

    I nostri nonni non sapevano nulla di THC (che fosse psicoattivo) e coltivavano solo cannabis, chiamandola canapa. È solo nei tempi moderni che la definizione di canapa indica bassi livelli di THC.

    Quando viene analizzata una pianta di cannabis, si trova un livello pari a 1% -22% di THC. I prodotti a base di cannabis possono contenere addirittura fino al 98% di THC.

Effetti

  • Come funziona il CBD?

    Esistono alcuni esperimenti scientifici che indicano che i cannabinoidi funzionano in maniera simile agli endocannabinoidi che il corpo umano produce nelle persone sane. Il meccanismo di azione non è ancora chiaro, e non ci sono studi conclusivi che indichino un cammino definitivo.

  • La Cannabis può causare reazioni allergiche?

    Proprio come il polline degli alberi, dell’erba o delle altre piante, il polline della marijuana potrebbe causare reazioni allergiche ad una minoranza della popolazione. Questo argomento ancora non viene studiato in profondità, ma già esistono alcuni studi scentifici che indicano reazioni allergiche causate dalla cannabis.

    Se scegli un prodotto certificato GMP, puoi minimizzare il rischio di contaminazioni con gli allergeni. Endoca offre la più alta qualità di estratto di cannabis sul mercato, e questo in quanto certificato GMP. Ciò significa che i nostri prodotti non contengono sostanze chimiche, pericolosa causa di allergie.

    Perché la cannabis può causare reazioni allergiche?

    La cannabis contiene oltre 400 diverse molecole: Fitocannabinoidi, terpeni, clorofilla, alcani, composti azotati, aminoacidi, zuccheri, aldeidi, alcoli, chetoni, flavonoidi, glicosidi, vitamine, pigmenti e acqua.

    In rari casi, l’individuo potrebbe essere allergico ad uno di questi componenti naturali. Ad esempio, i terpeni sono molecole contenute in molti cibi e cosmetici, e causano reazioni allergiche in una piccolissima percentuale della popolazione. Tuttavia, se soffri di questa rara forma di allergia, molto probabilmente ne sarai già al corrente.

    Ci sono molte persone allergiche alla cannabis?

    Dalle conoscenze a disposizione possiamo concludere che i sintomi allergici sono stati solo occasionalmente riportati come uno degli effetti collaterali dell’uso della cannabis. Sono stati richiesti studi più approfonditi per determinare i meccanismi che si nascondono dietro queste rare forme di reazioni avverse.

    Cosa indicano gli studi scientifici?

    Ci sono studi che investigano in maniera specifica l’esposizione al polline, all’estratto di cannabis e all’atto di fumare cannabis, che indicano che possano esserci reazioni collaterali. D’altra parte, però, ci sono studi che indicano che la cannabis può essere utilizzata per combattere le allergie. Come è evidente, i fatti sono contraddittori, ma almeno in un certo senso conclusivi: le allergie alla marjuana non collegate alle allergie ai pollini ad ampio spretto sono estremamente rare.

    Perché la marijuana combatte le allergie e allo stesso tempo può provocarle?

    Quando si fuma cannabis, il processo di riscaldamento e bruciatura delle erbe causa dei cambiamenti alle molecole in essa contenute. Queste molecole non sono normalmente presenti nella pianta, e nel loro stato alterato possono causare reazioni allergiche.

    Inoltre, le condizioni di crescita indoor e l’uso di pesticidi, o la raccolta e la cura incorretta delle piante di cannabis, possono portare alla creazione di muffe, con tossine create dai funghi, causa di reazioni collaterali. L’irrorazione delle piante con prodotti chimici, inclusi cannabinoidi artificiali o prodotti utilizzati per aumentare la massa della pianta, possono portare a spiacevoli reazioni allergiche o tossiche. (Read our div: ‘What’s in your oil?’)

    I prodotti Endoca sono sicuri?

    Qui ad Endoca prendiamo i test molto seriamente, e per questo spendiamo una gran parte delle nostre risorse nei controlli qualità. Teniamo i nostri prodotti sicuri e liberi da tossine controllando i nostri processi produttivi e seguendo le linee e le regolamentazioni del Good Manufacturing Process (GMP). Come risultato, siamo in grado di garantire che i nostri prodotti siano liberi da contaminazioni. I nostri prodotti sono stati utilizzati da oltre 10,000 persone con enorme soddisfazione.

    I prodotti certificati sono l’unico modo per minimizzare i rischi?

    Le Good Manufacturing Practices (GMP) includono tutte le pratiche richieste per confermare le linee guida raccomandate dalle agenzie che controllano le autorizzazioni e le licenze per la produzione e la vendità di prodotti alimentari, prodotti farmaceutici e prodotti farmaceutici attivi. Queste linee guida forniscono i requisiti minimi che un produttore di prodotti farmaceutici o alimentari deve soddisfare per assicurare che i prodotti siano di alta qualità, e che non comportino alcun rischio per il consumatore o per il pubblico.

    Qual è la soluzione?

    Prima di tutto, utilizza solo prodotti certificati GMP. In secondo luogo, se soffri ad esempio di MCS (Multiple Chemical Sensitivity – Sensibilità Chimica Multipla), o se in generale hai la tendenza a sviluppare reazioni allergiche, dovresti esercitare una certa cautela.

    L’alta titolazione è una soluzione ampliamente praticabile. Inizia con una bassa dose ed aumenta lentamente il dosaggio, monitorando eventuali indicazioni di reazioni avverse.  https://www.endoca.com/Product_Description

    Un’altra soluzione è quella di usare il nostro CBD 98%, che contiene unicamente cannabinoide CBD ed un livello bassissimo di terpeni. Se continui ad avere problemi, contatta il nostro team, e potremo inviarti alcuni prodotti completamente terpene-free.

    Link:

    Characterization of Cannabis sativa allergens: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/divs/PMC3726218/

    Cannabis Allergy: What do We Know Anno 2015: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26178655

    Sensitization and allergy to Cannabis sativa leaves in a population of tomato (Lycopersicon esculentum)-sensitized patients: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18268387

    Selected oxidized fragrance terpenes are common contact allergens: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15932583

    Cannabis sativa: the unconventional “weed” allergen:http://www.annallergy.org/div/S1081-1206%2815%2900035-6/fulltext

    Anti-inflammatory activity of topical THC in DNFB-mediated mouse allergic contact dermatitis independent of CB1 and CB2 receptors:http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23889474

    Cannabinoids as novel anti-inflammatory drugs: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/divs/PMC2828614/

  • Come funziona un test anti droga per la cannabis?

    Il THC è il cannabinoide a cui i test antidroga sono indirizzati. Questi test cercano i prodotti metabolici del THC e iniziano con un test delle urine. Il test utilizza anticorpi che rivela il THC e il metabolite che produce. Non esiste un test anti CBD perché il CBD non è una droga.

  • Il CBD ha interazione con i farmaci?

    Non c’è alcuno studio che dimostri interazioni nell’utilizzo del CBD e di altre sostanze farmaceutiche. Tuttavia è opportuno consultare un medico professionista nel caso si stia seguendo un regime dietetico particolare.

Usi e vantaggi

  • L'olio CBD/olio di canapa mi aiuterà con la mia malattia?

    Non possiamo dare alcuna indicazione medica sul CBD/olio di canapa.

    È raccomandabile che tu conduca le tue ricerche o che contatti il tuo medico.

    Queste affermazioni non sono state infatti valutate e confermate dalla FDA.

  • La cannabis ha proprietà medicinali?

    Storicamente, la cannabis è famosa per il suo uso medico. Ci sono anche molti studi clinici che mostrano alcuni dei suoi effetti, e altri nuovi studi sono in corso. Milioni di persone la stanno già utilizzando, e sostengono in un modo o nell’altro di trarne giovamento. Sul mercato esiste già una medicina ricavata dalla cannabis che è stata sottoposta a test clinici ed è stata approvata per le vendite. Tuttavia, sfortunatamente, gli studi che si sono svolti sono molto piccoli e con risultati inconcludenti.

  • Perché la cannabis aiuta le persone?

    Secondo la scienza ufficiale, non esistono prove che la cannabis abbia alcun effetto positivo sul corpo umano. Finché la ricerca non sarà stata condotta su un gran numero di persone, per un lungo periodo di tempo, sarà molto difficile rispondere a questa domanda.

    I cannabinoidi prodotti dalla pianta di cannabis sono molto simili agli endocannabinoidi prodotti dal corpo umano, e quindi potrebbero avere un enorme potenziale nell’aiutare il corpo a trovare un equilibrio. Tuttavia, per rivendicare qualsiasi effetto positivo, sono necessari estesi studi placebo a doppio cieco randomizzati, effettuati per un lungo periodo di tempo.

Ordini e consegna

  • Come posso pagare?

    Endoca rende il pagamento facile e veloce con uno dei metodi indicati di seguito. Tutti i pagamenti si svolgono in condizioni sicure tramite i nostri fornitori di servizi di pagamento.

    Endoca accetta pagamenti tramite MasterCard o Visa. Ecco come pagare online: sulla pagina del pagamento, inserisci semplicemente il numero della tua carta di credito, la sua data di scadenza e i tre numeri del codice di sicurezza (codice CVC) che si trovano sul retro della carta. Riceveremo immediatamente il tuo pagamento e inizieremo a preparare il tuo ordine.

    Se non hai la possibilità di pagare tramite MasterCard o Visa, chiedici di creare un link personalizzato per il pagamento, solo per te, in modo da poterci inviare la somma direttamente e in maniera sicura. È anche possibile pagare tramite bonifico bancario (anche via internet banking). Dopo aver effettuato l’ordine, riceverai le nostre coordinate bancarie per procedere con il pagamento.

    NOTA BENE: Se il pagamento viene rifiutato, contatta la tua banca ed assicurati che la tua carta di credito sia abilitata per i pagamenti internazionali. Dopodiché ritenta.

    Non dimenticare di inserire il tuo numero d’ordine (#ID)!

  • Ritardi di consegna dovuti ad ispezioni doganali

    Spediamo i nostri prodotti in tutto il mondo, ma alcuni Paesi hanno regolamentazioni di importazione che potrebbero ritardare il trasporto di prodotti a base di canapa. Ci auguriamo che presto tutto il mondo venga a conoscenza delle qualità della canapa, ma nel frattempo ti daremo notifica immediata se un’ispezione del servizio postale o della dogana dovesse ritardare la consegna del tuo pacco. 

    Per le spedizioni verso la Grecia, l’ordine impiega circa 10 giorni. 2 giorni se con consegna espressa.

    >Norvegia, Australia, Canada, Irlanda, Groenlandia, Nuova Zelanda, Tailandia, Russia – potrebbero essere necessarie ulteriori 3-4 settimane in quanto sono Paesi con misure di sicurezza rigide nei punti di frontiera.

  • Se hai pagato tramite bonifico bancario (+4 giorni)

    La somma sarà disponibile nel nostro conto bancario all’incirca 4 giorni dopo aver effettuato il bonifico. Non appena la somma sarà visibile sul nostro conto, spediremo i tuoi prodotti Endoca.

  • In quanto tempo riceverò il mio pacco?

    Prendiamo la velocità delle consegne molto seriamente.

    Normalmente riceverai il tuo ordine Endoca in 3-5 giorni lavorativi, ma leggi i nostri Termini e Condizioni per i Paesi speciali che potrebbero necessitare di più tempo. Tuttavia, ci sono avvenimenti che potrebbero tardare la consegna che sono fuori dal nostro controllo.